ALPI GIULIE - SENTIERI, RIFUGI E OPERE ALPINE C.A.I. FVG

Vai ai contenuti

Menu principale:

COMMISSIONE GIULIO CARNICA
ALPI GIULIE
616


SENTIERI, RIFUGI e OPERE ALPINE
SINTESI DEL PERCORSO
Valbruna - Rifugio Pellarini - Sella Nabois - Malga Saisera
PUNTO DI PARTENZA
Valbruna (quota 860 m)
PUNTO DI ARRIVO
Malga Saisera (quota 1004 m)
DISLIVELLO IN SALITA1150 m
LUNGHEZZA12,5 km
PUNTI DI APPOGGIO
Rifugio Pellarini - Bivacco Mazzeni - Malga Saisera
DESCRIZIONE DEL PERCORSO:  
Da Valbruna si percorre la strada che risale la Val Saisera. Dopo circa 3 km si entra a sinistra su una strada sterrata fino al divieto di transito (parcheggio) (quota 860 m). Tralasciando il sentiero n° 615 che sale al Monte Lussari, si attraversa il torrente Saisera e si prosegue per la pista forestale. Ad un bivio si tiene la destra.
Dopo un breve tratto in falsopiano la strada inizia a salire più decisamente nel bosco di faggio e abete rosso. Attorno a quota 1000 la pendenza si fa più dolce e la strada prosegue costeggiando il Rio Zapraha in ambiente più aperto. In corrispondenza di un piccolo corso d’acqua (quota 1140 m), la pista si restringe a mulattiera sassosa. Si prosegue ora su sentiero più ripido, piegando a sinistra sotto un costone roccioso per iniziare una lunga diagonale a ridosso di verticali pareti.
Superati alcuni piccoli gradini rocciosi, dopo un ponticello, si rientra nuovamente nel bosco dove si incontra il sentiero n° 617 che si tralascia, piegando a destra. Si prosegue in ambiente più aperto con mughi e larici, quindi con alcuni tornantini si raggiunge il Rifugio Pellarini (quota 1499 m.), che si staglia sullo sfondo dello Jôf Fuart. Da qui si prosegue verso Ovest, attraversando un greto sassoso e risalendo costoni con mughi. Per tornanti su pendio detritico si raggiunge la Sella Nabois (quota 1970 m).
Si scende ora su ghiaie traversando poi un ballatoio sospeso ma piuttosto largo e comodo rasentando rocce aggettanti fino ad un corridoio incassato. Si percorre la base del nevaio Studence, quindi si superano alcune spalle con vari saliscendi raggiungendo il Bivacco Mazzeni, leggermente discosto dal sentiero (quota 1630 m).
Dal dosso erboso dove si trova il bivacco si scende verso Nord con strette svolte. Lasciata la conca della Bassa Spragna si continua a scendere nel bosco. Quando se ne esce, si attraversa il grande piano detritico del Torrente Saisera e per pista forestale, si giunge a Malga Saisera (quota 1004 m).
TEMPI DI PERCORRENZA: 
6h 30'
(Valbruna - Rifugio Pellarini 2h, Rifugio Pellarini - Sella Nabois 1h 15min, Sella Nabois - Bivacco Mazzeni 1h 45min, Bivacco Mazzeni - Malga Saisera 1h 30min)
PARTICOLARITA'

Torna ai contenuti | Torna al menu