ALPI GIULIE - SENTIERI, RIFUGI E OPERE ALPINE C.A.I. FVG

Vai ai contenuti

Menu principale:

COMMISSIONE GIULIO CARNICA
ALPI GIULIE
601


SENTIERI, RIFUGI e OPERE ALPINE
SINTESI DEL PERCORSO
Pietratagliata - Ricovero Jeluz - Chiout di Dogna
PUNTO DI PARTENZA
Località Buric (quota 520 m)
PUNTO DI ARRIVO
Chiout di Dogna (quota 838 m)
DISLIVELLO IN SALITA1326 m
LUNGHEZZA22 km
PUNTI DI APPOGGIO
Casera Jeluz
DESCRIZIONE DEL PERCORSO:  
Dalla Strada Statale n° 13 attraversando il nuovo ponte sul Fella che porta a Pietratagliata, si prende la strada che svolta a sinistra subito dopo il ponte stesso per la località Buric dove si parcheggia dopo la segheria (quota 520 m).
Superate alcune case, si prosegue su strada trattorabile costeggiando il Rio Buric. Dopo circa 500 metri si attraversa il rio dove troviamo il sentiero (tabella quota 600 m). Si sale su prati e bosco, con tratti ripidi e con tratti con pendenze meno accentuate anche grazie ad ampi tornanti, fino a raggiungere il bivio con sentiero n° 601 a che sale da Pontebba (quota 1150 m).
Si prosegue con pendenza lieve fino a un vasto pianoro (Località Cusinis) presso il Monte Veneziana (quota 1287 m). Sempre su sentiero ora in un bosco misto, si raggiunge la strada forestale Poccet-Bieliga e quindi il Ricovero Jeluz (quota 1515 m). Il sentiero prosegue su prati per la Sella Monte Piccolo (quota 1720 m) e poi attraverso un ghiaione, raggiunge Forcella Clap di Jovel (quota 1846 m).
Si prosegue ora in discesa su mulattiera tra mughi, tratti di roccia e faggeta fino al bivio sentiero n° 603 (quota 1351 m) e quindi di seguito, per la rotabile di Casera Bieliga fino a Chiout di Dogna (quota 838 m).
TEMPI DI PERCORRENZA: 
7h
(Località Buric - Bivio sentiero n° 601 2h, Bivio sentiero n° 601 - Ricovero Jeluz 1h 30min, Ricovero Jeluz - Forcella Clap di Jovel 1h 15min, Forcella Clap di Jovel - Bivio sentiero n° 603 1h 45min, Bivio sentiero n° 603 - Chiout 1h)
PARTICOLARITA'

Il tratto di sentiero che scende a Pontebba Sentiero n° 601a, non è percorribile a causa della mancanza della passerella sul Fiume Fella, distrutta dall’alluvione nell’agosto 2003.

Torna ai contenuti | Torna al menu