DOLOMITI FRIULANE - SENTIERI, RIFUGI E OPERE ALPINE C.A.I. FVG

Vai ai contenuti

Menu principale:

COMMISSIONE GIULIO CARNICA
DOLOMITI FRIULANE
358

SENTIERI, RIFUGI e OPERE ALPINE
SINTESI DEL PERCORSO
Ponte Compol - Bivacco Greselin
PUNTO DI PARTENZA
Bivio sentiero n° 374 Compol (Val Cimoliana) (quota 1025 m)
PUNTO DI ARRIVO
Bivacco Greselin (quota 1920 m)
DISLIVELLO IN SALITA900 m
LUNGHEZZA7 km
PUNTI DI APPOGGIO
Bivacco Greselin
DESCRIZIONE DEL PERCORSO: 
Da Ponte Compol si segue il sentiero n° 374 che porta a Casera Lodina procede dapprima sul fondovalle e poi sul versante destra orografica, per alcune rampe fino al bivio dal quale inizia a destra il sentiero n° 358 (quota 1025 m). Il sentiero piega sul letto del torrente Compol per arrivare alla base del salto della valle delle Pale Floriane.
Si risale la costa dei Tasssulla destra orografica della valle per sentiero molto ripido, per circa 500 metri di dislivello dentro un bosco di conifere e faggi. Quando lo si lascia, si risale tutta la valle fino in vista del Cadin dei Frati.
Con traversata a destra su costone erboso si arriva al bivacco, visibile soltanto nell’ultimo tratto della valle (quota 1920 m).
TEMPI DI PERCORRENZA: 
3h 30'
PARTICOLARITA'

Il bivacco Greselin è proprietà della Sezione di Padova del CAI. È situato al margine dell’ampia conca dei Cadin dei Frati, fra la Cima dei Frati e la Cima dei Preti. È stato dedicato nel 1958 a un alpinista padovano caduto in montagna. Distrutto da una valanga nel 1975 è stato sostituito con l’attuale modello classico a semibotte. Dispone di 9 posti; l’acqua a volte è nei pressi oppure a circa 20 minuti.

Torna ai contenuti | Torna al menu